AGRIFLOR sbarca a EXPO Milano 2015

EXPO0001

 

 

Siamo a Medicina, è l’anno 2005 quando da una costola della Cooperativa "La Gemma" nasce "Agriflor". A buttarsi in questa avventura sono due giovani di 21 anni, Cristian Cernera da poco diplomatosi Perito Agrario all' Ist. Scarabelli di Imola e Ivan Garavini, che dopo due anni passati all' interno della Cooperativa, rilevano il settore giardinaggio in vendita.

Oggi, appena festeggiati i dieci anni di attività, ancora è vivo il ricordo di quegli anni. “Facemmo quella scelta con un po’ di sana incoscienza. Ma per fortuna che abbiamo preso quel treno – ci racconta Cristian Cernera – e con l’aiuto delle famiglie, che credevano nel progetto, ci siamo lanciati. Furono anni durissimi, in due facevamo il lavoro che oggi facciamo in 5 o 6 persone, forse perché era molta la paura di fallire, ma ancor più forte era la voglia di farcela. Quando andavamo dai clienti, ricordo, alcuni ci guardavano con scetticismo, data la giovane età, ma poi conoscendoci, ci davano fiducia, perchè vedevano in noi il rispetto e la grande passione nel nostro lavoro è così che pian piano siamo cresciuti. In questo ambito è stata molto importante la collaborazione con CONSORZIO OPERA (Consorzio di costruzioni generali del quale facciamo parte dal 2007) e delle Aziende e Istituzioni di livello del territorio, che con passaggio di "testimone" da LA GEMMA ad AGRIFLOR hanno continuato a sostenerci in tutti questi anni permettendo di arrivare alla realtà che siamo oggi.

Oggi Agriflor, che impiega 8 persone stabilmente e qualcuna in più nel periodo estivo, è specializzata nella gestione del verde a trecentosessanta gradi per spazi pubblici e privati, per abitazioni e per aziende, all’aperto e al chiuso. “La nostra forza è quella di fornire un pacchetto chiavi in mano per qualsiasi spazio verde, dal piccolo giardino ‘da guardare’ al parco ‘da vivere’. Disponiamo di competenze professionali e specifiche votate alla paesaggistica (sia per il micro che per il macro ambiente), alla progettazione di giardini e nuovi parchi ed al recupero di realtà preesistenti eseguendo la direzione dei lavori e la messa a dimora delle piante e degli impianti offrendo consulenza per risolvere tutti i problemi del verde. Realizziamo qualsiasi sistema di irrigazione automatizzata (per terrazzi, piccoli giardini e parchi, con tubazioni interrate e irrigatori a scomparsa) ed elementi di complemento di arredo in legno o altro materiale (allestimento piscine, pavimentazioni, illuminazione, ecc). Lavoriamo per enti pubblici, spaziando in tutta la regione Emilia Romagna, per aziende e per privati indifferentemente, mettendo a disposizione la nostra competenza e passione, indipendentemente dal cliente”.

Passione e competenza riconosciute anche fuori dal territorio locale, tanto da avere un incarico per il prossimo Expo di Milano.

“Ad inizio gennaio abbiamo ricevuto una telefonata da un nostro fornitore toscano al quale avevano commissionato la gestione del verde per il padiglione cinese nell’Area Corporate. In questa area le aziende dispongono di uno spazio interamente dedicato e personalizzato dove valorizzare uno o più aspetti del tema centrale dell’Expo ‘Nutrire il Pianeta – Energia per la vita’. Essendo padiglioni che dovranno essere rimossi, la progettazione è orientata a minimizzare l’impatto ambientale dell’intervento e integrare gli edifici con sistemi che producono energia rinnovabile. In questo contesto noi abbiamo il compito di tradurre in pratica il progetto di allestimento del verde con piante e fiori che saranno forniti dall’azienda che ci ha coinvolto. Il padiglione avrà un cuore verde, realizzato con sistema di Giardino Verticale , utilizzando piante che sviluppano ossigeno proprio. In estate in quella parte, non vi sarà climatizzazione dell’aria, il fresco si svilupperà in maniera naturale che termina sull' attico della struttura in cui da una terrazza i visitatori possono godersi un po di relax in stile Cinese con acqua e bamboo che fanno da contorno.

Il lavoro dovrà essere realizzato nel mese di aprile, dopo di che dovremo gestire la manutenzione del padiglione fino alla fine dell’Expo”.

Un incarico importante per Agriflor fonte di grande soddisfazione: “Questo lavoro ci fa capire che prima o poi i sacrifici ripagano, crediamo di essere gli unici emiliano romagnoli del settore a lavorare per l' intera durata di Expo. Chiaramente questo ci lusinga e certamente sarà un’esperienza che ci permetterà di crescere ulteriormente”.

“Spero che l’Expo porti benefici al settore agroalimentare, ma più in generale serva a rilanciare una cultura del verde e del territorio che stiamo perdendo. Paradossalmente l’importanza del nostro lavoro per l’ambiente e la vita delle persone sono più riconosciute all’estero che in Italia, patria della produzione di piante ornamentali riconosciuta a livello mondiale.

L’Expo infine ci sta indicando anche un altro valore: quello della collaborazione tra aziende che come noi credono nella Green Idea, una sorta di ‘alleanza’ tra chi in Edilizia costruisce e chi produce piante e progetta verde può essere un fattore di rilancio nell’economia di due settori cosi importanti del sistema Italia”.

 

 

 

 

 

Volley

 

L’Agriflor è vicina a Diffusione Sport come sponsor delle iniziative dell’associazione fin dai primi anni di attività.

Cerca

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento del sito sono già stati impostati Per maggiori informazioni a riguardo consultare la Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito